Scarlatti Junior

Scarlatti_Junior_195888

La Nuova Orchestra Scarlatti, fondata nei 1993 dal M.° Gaetano Russo (già Primo clarinetto solista dell’Orchestra Scarlatti della RAI di Napoli), e che dunque quest’anno compie 25 anni, nella sua lunga e attiva presenza sul territorio ha sempre concepito la grande musica come un bene comune da condividere con il maggior numero possibile di persone, con le più diverse realtà sociali. Così, nel suo primo quarto di secolo di vita, ha fatto musica non solo negli auditorium e nei teatri, ma anche nelle piazze, nei musei, nelle scuole, ovunque possibile, coinvolgendo migliaia di giovanissimi, ragazzi, anziani.

Nel 2014 la N.O.S. ha voluto rilanciare lo spirito e le ragioni della sua esistenza con un atto di fiducia e visione nel futuro: la creazione, accanto a sé, di altre tre orchestre, la Scarlatti Junior, aperta a ragazze e ragazzi tra gli 11 e i 18 anni, la Scarlatti Young, per giovani strumentisti di età compresa fra i 18 e i 28 anni, e la Scarlatti per Tutti, orchestra amatoriale: una Comunità musicale aperta a 360 gradi, un’esperienza a tutt’oggi unica in Italia e non solo.

Le nuove realtà si sono articolate fin dall’inizio come laboratori che alternano cicli di formazione orchestrale con una vera e propria attività concertistica.

L’Orchestra Scarlatti Junior, senz’altro il centro propulsivo della nuova Comunità Scarlatti, già dopo le prime audizioni dell’autunno 2014 ha avuto un immediato e positivo riscontro con l’avvio del primo laboratorio composto originariamente da oltre 60 elementi, guidati dalle prime parti della Nuova Orchestra Scarlatti con la supervisione e il coordinamento didattico e artistico del M.° Gaetano Russo.

Tra i primi eventi dell’O.S.J. ricordiamo quelli, realizzati in partnership con la Fondazione San Gennaro di Napoli: il concerto del 30 maggio 2015 presso la Basilica di San Gennaro extra moenia annessa alle celebri Catacombe,diretto dal giovane Marco Scialò e arricchito dalla presenza dell’attore, regista e scrittore napoletano Roberto Del Gaudio (primo appuntamento pubblico interamente dedicato alla giovanissima compagine), e la partecipazione, il 9 luglio 2015, alla manifestazione Benvenuti al Rione Sanità condotta da Alessandro Siani.

d5g8e5d616.05.17
l9j1b8g016.05.17

L’O.S.J., attualmente composta da 106 fra ragazze e ragazzi, è giunta al suo quarto ciclo di attività formativa ed è in continua crescita. Solo per ricordare alcuni fra i tanti impegni degli scorsi anni, segnaliamo: la partecipazione da protagonista al primo Concerto di Primavera organizzato dall’Università Federico II di Napoli (nel quadro della partnership siglata tra la N.O.S. e l’Ateneo federiciano), evento che si è tenuto il 22 marzo 2016 con vivo successo dinanzi a un folto pubblico che riempiva l’ampia Basilica di San Giovanni Maggiore di Napoli; la chiusura con un altro caloroso successo della kermesse di Orchestre giovanili che ha avuto luogo il 23 maggio 2016 presso il Teatro San Carlo di Napoli, in occasione della Giornata in ricordo della strage di Capaci. L’1 luglio 2016 ha chiuso la rassegna ConCertosa organizzata dal Polo Museale della Campania con un raffinato programma fra musica e poesia tenutosi nel Cortile dei Priori della Certosa di San Martino di Napoli.

j1h3d8b122.09.17

Nel giugno 2017 e di nuovo nel giugno 2018 l’O.S.J. è stata protagonista, di due edizioni di Orto Sonoro, un originale e suggestivo evento di percorsi musicali simultanei con concerto finale, articolato fra i vari spazi dell’Orto Botanico di Napoli, trasformato per l’occasione in un’animata ‘foresta musicale’. Il 21 marzo del 2018 ha partecipato al Concerto per i 25 anni della Nuova Orchestra Scarlatti presso il Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare unendosi all’Orchestra madre in una coinvolgente esecuzione del Boléro di Ravel sotto la direzione di Daniele Moles e, ancora, il 17 giugno di quest’anno è stata protagonista assoluta nella suggestiva location della Sala dei Baroni del Maschio Angioino di Napoli del concerto inaugurale della ‘Festa Europea della Musica’ promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, con un programma sinfonico spaziante da Beethoven a Gershwin e Ravel, diretto da Gaetano Russo e Francesco Aliberti e arricchito da applaudite perfomance di giovanissimi componenti dell’Orchestra in veste solistica.

Scarica i documenti